RAZGRAAD INTERVIEW / LIVE NE555 #2 – KINODROMO

razgraad-kinodromo-live-interview

Watch the Razgraad’s Interview Live at Kinodromo by LIVIAFILM

ITA.
Who is Razgraad?
Sono Salvatore Miele, musicista di base a Bologna. Razgraad è il nome del mio progetto di musica elettronica, punto di arrivo e punto di partenza di tante esperienze che ho accumulato da quando ho iniziato a suonare.

Parlaci del tuo background musicale e delle tue esperienze.
Nei primi anni 2000 ho approcciato la musica elettronica. Mi sento vicino alla musica kraut rock, al post-industrial, al drone, alla musica ambientale e sperimentale, in genere. Oltre agli strumenti elettronici suono chitarra elettrica e basso. Il progetto Razgraad mi vede impegnato con un lavoro su campionatori, che utilizzo insieme a field recording di varia natura.

Cosa succede ai tuoi field recordings?
I suoni campionati vengono poi trattati e  trasformati, spesso fino all’irriconoscibilità. Con Razgraad sperimento molto anche con la sintesi, con strumenti analogici e digitali, per creare quelle che sono poi “canzoni”. Tutto sommato mi piace pensare che Razgraad scriva “canzoni”.

Cos’altro succede quando Razgraad suona?
Quando compongo ragiono quasi sempre in termini visivi prima ancora di lavorare sul suono. Sono fermamente convinto che il suono, anche se in modo diverso rispetto al visivo, riesce ad arrivare ed ha una sua forma, ha i suoi colori e restituisca qualcosa che si avvicina anche al figurativo (read more…)


ENG.
Who is Razgraad?
I’m Salvatore Miele, a musician and composer based in Bologna. My electronic music project, Razgraad, is an arrival/starting point of many experiences I’ve accumulated since I started playing.

Tell us something about your musical background and your experiences.
In the early 2000s I approached electronic music. I feel close to kraut rock music, post-industrial, drone, ambient and experimental music in general. In addition to electronic instruments, I play electric guitar and bass. With  Razgraad i found myself working on samplers, which I also use with field recording of various nature.

What happens when Razgraad works on field recordings?
The samples are then processed and modified, beyond recognition. With Razgraad I also experiment with synthesis, with analog and digital instruments, to create my “songs.” All in all I like to think that Razgraad writes “songs”.

What else happens when Razgraad is playing?
When I compose, I always think in visual terms before I even work with sound. I am firmly convinced that the sound, different from visuals, is able to arrive and has its shape, it has its colors and returns something that is also close to the figurative.


Interested in more interview. See Razgraad’s Press Page.
Need more live? See Razgraad Live Shows Page.